certificazione energetica roma - attestato di prestazione energetica - Nowatech impianti a energia solare

Vai ai contenuti

Menu principale:

certificazione energetica roma - attestato di prestazione energetica

SERVIZI

Attestato di prestazione energetica (APE)


Calcoliamo i seguenti indicatori prestazionali:

-         Fabbisogno di energia netta per riscaldamento (Epi,invol), raffrescamento (Epe,invol);
-         Fabbisogno di energia fornita per riscaldamento, acqua calda sanitaria e ausiliari elettrici;
-         Indice di energia primaria per riscaldamento (EPi), per acqua calda sanitaria (EPacs) e globale (Epgl);

-         Quantità di CO2 prodotta;

-         Risparmio economico ottenibile e tempo di ritorno semplice degli investimenti ipotizzati;
-         Classe energetica (da G ad A+).


Valutiamo il contributo dell’applicazione di collettori solari e pannelli fotovoltaici.  

pannello certificazione energetica
logo enea
logo itc

Il software che utilizziamo è certificato ai sensi della normativa tecnica 11300 1/4 e riconosciuto sin dal DM 26 giugno 2009 come metodo di riferimento nazionale per la certificazione energetica con metodo completo. Tutte le cetrificazioni e le attestazioni sono a norma di legge e vengono verificate manualmente.

 

Incidenza della classe energetica sul valore di un immobile

Classe di parenza

classe di arrivo

aumento valore

G

F

200 €/mq

F

E

200 €/mq

E

D

150 €/mq

D

C

100 €/mq

C

B

100 €/mq

B

A

100 €/mq

Fonte: Bellintani S., “Risparmiare energia fa bene anche al valore della casa”, Il Sole 24 Ore, 14/4/2008


NOTE METODOLOGICHE

Allo scopo di stimare il fabbisogno energetico di un edificio, è importante determinare i valori di trasmittanza termica del suo involucro. La valutazione della trasmittanza termica può essere effettuata secondo uno dei seguenti 4 diversi scenari:

1) La stratigrafia della struttura è conosciuta (si hanno i disegni aggiornati del progetto architettonico o della relazione legge 10/91);

2) La stratigrafia non è conosciuta e quindi si procede a eseguire un foro per stabilire tipo di materiale e spessore. Il foro può essere di piccole dimensioni e quindi si utilizza un endoscopio, oppure può essere di maggiori dimensioni (carotaggio);

3) L’edificio è riconducibile a una determinata e caratterizzata tipologia edilizia di cui si conoscono le stratigrafie; è possibile agire per analogia stimando le trasmittanza dei componenti. Le raccomandazioni del CTI contengono un esempio di abaco di questo genere.


4) La trasmittanza della struttura viene misurata in opera in accordo con la norma ISO 9869.



La trasmittanza dei casi 1 e 2 viene calcolata in accordo con la norma EN ISO 6946.

COSA OCCORRE PER LA CERTIFICAZIONE


  • Fornire la tipologia e la superficie dell'immobile in modo da determinare il prezzo (cfr. listino)

  • Planimetria dell'immobile, in scala o quotata, con indicazione dei riferimenti catastali;

  • data di costruzione dell'immobile;

  • libretti o dati relativi a caldaia, scaldabagno, condizionatori etc.


Durante il sopralluogo verranno acquisiti tutti i restanti elementi di valutazione. E' richiesta la presenza di una persona informata sull'immobile per le informazioni supplementari.

CONTATTACI PER UNA CERTIFICAZIONE ENERGETICA A ROMA

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu