Come funzionano - Nowatech impianti a energia solare

Vai ai contenuti

Menu principale:

Come funzionano

FOTOVOLTAICO > fotovoltaico con accumulo

Impianti ibridi - approfondimenti

Generalità

Un impianto ibrido è molto diverso da un classico impianto fotovoltaico collegato in parallelo alla rete.
L'inverter ha 4 ingressi: due in continua (pannelli FV e batterie) e due in alternata, di cui uno occupato dalla rete elettrica, dalla quale si preleva energia all'occorrenza senza mai immetterla. L'altro ingresso in alternata è una fonte alternativa alla rete, che sia esso un gruppo eletrogeno, un mini-eolico o altro.
Si ha, con un impianto ibrido, la separazione totale delle utenze dalla rete, senza alcuna forma di scambio di energia con la rete stessa. Tutta l'energia prodotta dal generatore fotovoltaico viene gestita per ricaricare le batterie o, se già cariche, per alimentare le utenze. L'inverter, che per impianti in rete inietta tutta la potenza disponibile istante per istante, negli impianti ibridi effettua una gestione complessa delle priorità di alimentazione al fine di sostenere le richieste delle utenze ricorrendo alla rete solo se necessario e dando priorità al fotovoltaico in presa diretta e alla scarica degli accumulatori qualora sia notte o il cielo sia nuvoloso.
Il beneficio netto in termini di prelievi dalla rete è massimo con questa soluzione, che consente di ridurre drasticamente la dipendenza dal distributore di energia e dai disservizi sulla rete elettrica.

schema fotovoltaico ibrido

I vantaggi

  • Soluzione con costo paragonabile agli impianti in rete;

  • tempi e costi burocratici ridotti al minimo in quanto non è necessaria la pratica GSE nè quella di allaccio in rete;

  • installazione rapida, in pochi giorni;

  • certificazioni sul materiale a norma di legge, senza appesantimenti;

  • nessun ritardo di pagamento del credito con la rete;

  • nessuna svalutazione del costo dell'energia;

  • nessun legame contrattuale con il gestore di rete;

  • possibilità di ridurre la potenza contrattualmente impegnata in prelievo dalla rete e quindi i costi fissi;

  • nessuna iniezione in rete di energia, tutta la produzione resta in possesso del cliente;

  • protezione dell'impianto elettrico e tamponamento delle utenze in caso di black-out;

  • forma d'onda di uscita ac 230 V di alta qualità e stabilità;

  • modulare, può facilmente essere potenziato in un secondo tempo;

  • spostabile, può essere movimentato e reinstallato in un altro sito senza problemi burocratici.


funzionamento fotovoltaico ibrido
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu