impianti fotovoltaici - Nowatech impianti a energia solare

Vai ai contenuti

Menu principale:

impianti fotovoltaici

FOTOVOLTAICO > Informazioni
Esistono vari tipi di impianti fotovoltaici.

  1. Quelli connessi alla rete elettrica senza batterie si chiamano in gergo "grid connected" ed hanno una architettura lineare. L'insieme dei moduli, diviso in sottocampi e stringhe, fa capo ad uno o più inverter che iniettano tutta la potenza sulla rete a.c., monofase o trifase. Se vi sono utenza in prossimità del generatore, queste consumano l'energia prodotta dal generatore (autoconsumo) e, se questa non basta, prelevano il resto dalla rete elettrica.
  2. Gli impianti fotovoltaici dotati di batterie, che poi sono i più antichi, hanno uno schema ramificato sul lato corrente continua: da una parte abbiamo i pannelli e dall'altra le batterie. Quando non c'è connessione con la rete, l'impianto con accumulo prende il nome di impianto "stand alone", cioè isolato. 
  3. In caso di presenza di batterie e anche di collegamento con la rete elettrica o con un generatore rotante (eolico, gruppo elettrogeno etc.) si parla di impianto fotovoltaico ibrido. L'impianto ibrido può immettere energia in rete (ibrido bidirezionale) o meno (ibrido monodirezionale). In quest'ultimo caso la rete elettrica è utilizzata solo per il prelievo di energia e su questa architettura si concentra la nostra azienda per le soluzioni di indipendenza energetica.
Un impianto fotovoltaico "grid connected" ha essenzialmente 4 componenti:

  1. moduli fotovoltaici
  2. quadro c.c.
  3. inverter
  4. quadro a.c.
componenti impianto fotovoltaico
Un impianto fotovoltaico "stand alone" ha essenzialmente 6 componenti:

  1. moduli fotovoltaici
  2. regolatore di carica
  3. sistema di accumulo
  4. quadro c.c.
  5. inverter
  6. quadro a.c.
componenti impianto fotovoltaico

Moduli fotovoltaici



Sono pannelli contenenti celle policristalline, monocristalline o a film sottile. Effettuano la conversione diretta della luce incidente in energia elettrica continua. Un certo numero di moduli fotovoltaici in serie è detto stringa.

Quadro c.c.


Spesso chiamato anche QPS (quadro di parallelo stringa), ha sempre la funzione di sezionamento e protezione anche quando l'impianto ha una sola stringa di moduli.

Inverter


E' una macchina che converte la corrente continua proveniente dai moduli in corrente alternata. Può essere dotato di un trasformatore d'isolamento (inverter con trasformatore) e, sopra 6 kW di potenza, ha uscita trifase a 400V.

Quadro a.c.


E' un quadro di sezionamento e protezione verso la rete elettrica, le utenze e quanto in genere si trova al di là del punto di connessione dell'impianto con la rete esterna.


 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu